contact@ecofiorentino.com

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001

Shejla Massellucci e il suo Tessuto Sociale

Apre Sabato 9 marzo, alle 17, per restare nelle stanze del Centro Magnolfi di Prato (via Gobetti 79) fino al 7 aprile, la personale dell’artista Schejla Massellucci, che con “Tessuto sociale” dedica alla sua città un’esposizione che, riprendendo i fili che ne hanno intessuto la storia, mette in mostra i nodi da sciogliere, i colori del cambiamento, il telaio della società che deve far fronte a nuove sfide, locali e globali. Sfide a cui l’arte non è indifferente, e che anzi rispecchia e sottolinea. Perchè la tela si tesse, la tela si dipinge. L’artista è Penelope, è il ragno; l’ordito sono le idee, la forza creatrice. E le trame sono quelle di una città.  “Tessuto Sociale” è una città che cambia abito e pelle, e si confronta con le mutazioni, sociali, economiche, e quindi estetiche: inevitabili. L’arte di Schejla Massellucci, in questa esposizione, le racconta come trame di un tessuto che, necessariamente elastico, deve adattarsi alla forma di un corpo sociale che il tempo trasforma, restringe, dilata. L’artista toscana, dopo numerose mostre in Italia e all’estero (Austria, Germania, Stati Uniti), tesse stavolta le sue opere guardando alla sua città, e da questo osservatorio privilegiato a tutto un paese, l’Italia, in profondo mutamento. Massellucci reinterpreta il territorio richiamandone la tradizione, e ne evoca le sfide, presenti e future, culturali e sociali. Rappresentandole con il tessuto più semplice: la tela. Ma stavolta l’artista ha scelto di dipingere le sue opere, per la prima volta, anche su tessuti stampati, evidente richiamo alla tradizione e alla trasformazione economico-sociale della città in cui vive. Arte e Musica. Nel 2013 sarà Schejla Massellucci a dipingere le copertine delle quattro compilation stagionali di David Drago (Radio Insieme, Shiver magazine, Suono), che ogni anno sono affidate a un artista diverso. Dopo il calabrese Andrea Massara, tocca all’artista pratese firmare l’artwork delle compilation di David Drago, che raccolgono le migliori novità della musica indipendente italiana e saranno scaricabili gratuitamente dal sito musicale The Breakfast Jumpers.“Di Schejla Massellucci  – mi dice David Drago – mi piace il suo giocare con le icone pop profondamente italiane, con i grandi argomenti che condizionano la nostra piccola vita quotidiana (politica, religione, comunicazione). E infatti la copertina della Dragonspring 2013 dominata dal rosso cardinalizio, legge il caos della primavera alle porte nel mostruoso vuoto istituzionale che ci riempie di interrogativi….” Durante l’inaugurazione della mostra “Tessuto Sociale” al Centro Magnolfi, sarà disponibile su cd omaggio la Dragonspring 2013, che uscirà il 20 marzo, in dieci copie autografate dalla pittrice.

1 Comment

  1. Luca says:

    INTERESSANTE!!! SPERO DI RIUSCIRE AD ANDARCI
    LUCA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *